Riflessioni di Viaggio – Blog di Rosa Oliverio

logo-1530517487

Altomonte, un piccolo centro di grande splendore

Altomonte è un piccolo centro calabrese della provincia di Cosenza facente parte del club “I Borghi più belli d’Italia”. Il suo territorio fertilissimo è parte in pianura, bagnato dai fiumi Esaro, Grondi e Fiumicello e parte in collina da cui si gode di un vasto panorama e dove si respira un’aria pura e salutare. E’ un paesino affascinate e suggestivo. Il centro storico, dominato dalla Chiesa di Santa Maria della Consolazione, esempio di arte angioina, fatta costruire, nel 1336, dal primo conte di Altomonte, Filippo Sangineto, è caratterizzato da molti vicoletti e da tantissime casette che fanno rivivere la storia di un tempo ormai andato. Le casette, arredate con mobili antichi in legno e in ferro battuto, rientrano in quella formula ricettiva moderna che è l’Albergo Diffuso. Un nuovo modo di fare accoglienza. L’Albergo Diffuso è stato realizzato ed è stato fortemente voluto dalla Famiglia Barbieri. Un vero salto nel passato per deliziare i sensi e la curiosità di essere catapultati in un contesto socio-territoriale diverso, e allo stesso tempo magico della realtà. Nonostante lo stile molto ricercato e raffinato che tende a riprodurre in maniera precisa le antiche atmosfere, tutte le suites offrono comfort moderni.

Da sempre la Famiglia Barbieri unisce il proprio lavoro, il proprio modo di fare impresa, all’amore per il territorio. Un territorio incantevole.

Di grande pregio anche la Chiesa di San Francesco di Paola. Numerose le opere d’arte che originariamente ne ornavano l’interno, oggi al Museo Civico e al Municipio. Rimangono gli affreschi narranti i miracoli di San Francesco di Paola e le tre tele raffiguranti l’annunciazione, l’adorazione dei Pastori e l’adorazione dei Magi. Annesso alla chiesa è il Convento dei Minimi. L’edificio, a due piani con copertura a padiglione, è una tipica architettura monastica. Di proprietà comunale, l’ex convento è oggi sede del Municipio.

Altomonte conquista ogni visitatore anche per la sua prelibata cucina. Una cucina fatta di sapori veri, semplici e naturali. A rappresentare la genuinità dei prodotti locali nel mondo è lo stesso Enzo Barbieri, ambasciatore dell’enogastronomia calabrese.

La genuinità della cucina Barbieri ha le sue basi sulla produzione agricola personale dei prodotti vegetali D.O.B (Denominazione di Origine Barbieri).

Grazie agli orti coltivati nei territori di Altomonte è possibile gustare i sapori autentici offerti dalla natura. Da un lato i venti caldi del mar Ionio, dall’altro le vette del Pollino, favoriscono una coltura ciclica ideale con ortaggi specifici per ogni tipo di stagione. E i sapori possono essere trasportati direttamente sulla propria tavola dalla Bottega di Casa Barbieri. Un negozio arredato come le botteghe di un tempo, che offre al pubblico conserve, aromi, creme aromatizzate da abbinare ai formaggi, marmellate, legumi, miele, realizzati seguendo l’antica tradizione contadina.

Al sapore dei piatti tipici va abbinato il gusto del vino e la Cantina Barbieri offre il meglio della consuetudine vinicola.

Altomonte è fatto di particolari sorprendenti e singolari. Visitare e conoscere questo luogo è calarsi in una straordinaria dimensione storica.

 

http://www.riflessionidiviaggio.it/altomonte-un-piccolo-centro-di-grande-splendore/#more-1436

La Bottega

Peperoncino che passione

Ordina ora

Peperoncino all'aceto di vino bianco, crema di peperoncino all'olio di oliva, confettura di peperoncino, peperoncino in polvere, peperoncino spezzettato

Cassetta Pollino

Ordina ora

Tris di peperoncino, funghi di bosco in olio extra vergine d'oliva, olio extravergine d'oliva, fichi Dottati ripieni di noci, vino passito di Casa Barbieri, confettura di gelsi, confettura di pesche, pasta casereccia, olive schiacciate

Le Ricette di Casa Barbieri

  • Cicirata

    Ingredienti: 500 gr di farina, 250 gr di zucchero, 3 uova, 250 gr di burro, miele q.b. Cicirata
  • Zafarani cruschi

    Ingredienti: 200 gr. di peperoni secchi dolci, 1 dl di olio di oliva, 200 gr. di olive nere secche, sale Zafarani cruschi